mercoledì 23 ottobre 2013

Taken - Erin Bowman

Ciao a tutti, followers del blog! In questo periodo, purtroppo, i vari impegni quotidiani sono molti e la  velocità lettura ne sta risentendo! Spero di tornare presto con il mio solito ritmo.
Oggi, comunque, voglio lasciarvi la recensione di un libro di cui mi aspettavo di più, ossia Taken di Erin Bowman.
A presto e buone letture!


Titolo Taken
Titolo originale Taken
Autore Erin Bowman
Edito Sperling & Kupfer
Prezzo 16,90 €
Pagine 308
Genere Distopico

Non saprai mai cosa ti aspetta, là fuori...
La vita, la morte o l'amore.

TRAMA
A Claysoot, una piccola comunità isolata dal resto del mondo da alte mura, tutti i ragazzi scompaiono alla mezzanotte del giorno del loro diciottesimo compleanno. Non appena scocca l’ora fatidica, la terra trema, il vento infuria e del giovane non rimane traccia. Ecco perché, a pochi mesi dal suo compleanno, Gray si prepara ad affrontare il terribile destino che lo attende. Ma, un giorno, trova per caso una misteriosa lettera della madre, morta ormai da molti anni, che lo spinge a reagire. Insieme con Emma, la ragazza di cui è innamorato, decide quindi di fuggire dalla città per scoprire che cosa si nasconde dietro le invalicabili mura di Claysoot. Gray non sa che là fuori lo aspetta un segreto inquietante…

RECENSIONE DI EHRNAIDER


Eccomi tornato, finalmente, a parlarvi di un distopico di cui avevo alte aspettative, le quali, però, non sono state del tutto soddisfatte.
Ringrazio innanzitutto l'editore per la copia che mi ha gentilmente inviato.

La frase iniziale spiazza subito il lettore.

Oggi è l'ultimo giorno in cui vedrò mio fratello.

Questa è l'affermazione presente come introduzione e subito, noi lettori, veniamo immersi nell'atmosfera di Taken, dalla quale potremo uscire solo a lettura completata.
Facciamo un passo alla volta e iniziamo, quindi, ad analizzare uno degli aspetti più deludenti: i personaggi.
Prequel di Taken,
dal 2 febbraio 2014 in inglese
Il nostro protagonista è Gray, un ragazzo di cui sappiamo poco e nulla, se non l'età: 17. Conosciamo qualche dettaglio in più del suo carattere grazie ai numerosi dialoghi presenti nel romanzo, ma nulla di più.
Stessa cosa vale per suo fratello, Blaine, il quale è prossimo a sparire a causa del Sequestro. Difatti, in questa comunità, i ragazzi scompaiono alla mezzanotte del giorno del loro diciottesimo compleanno.
Troviamo poi Emma, co-protagonista della storia e ragazza amata da Gray, ma che, proprio come quest'ultimo, presenta pochissimi dettagli circa il suo conto.
Personaggio che incontriamo soltanto verso la metà del libro e che si "salva" rispetto agli altri è Bree. Di Bree ci viene fornito qualcosa in più circa il suo aspetto fisico, oltre al fatto che capiamo essere una ragazza forte, determinata e pronta a sacrificarsi per i compagni.
A parte quest'ultima, tutti gli altri personaggi sono quasi inesistenti; è impossibile affezionarsi o odiare uno di loro, perché sappiamo talmente poche cose sul loro conto, che tutti ci sembrano uguali.
Aspetto, invece, molto più curato è quello dell'ambientazioni.
Claysoot, dove tutto ha inizio, è una comunità che ci immaginiamo non essere particolarmente ricca; presenta molte zone allo stato naturale, come le foreste, e anche luoghi fondamentali per sopravvivere, come il laghetto dal quale poter prendere l'acqua.
Vi sono poi, come è facile immaginare, altri luoghi oltre il muro, di cui non parlo nello specifico per non fare spoiler. Dico soltanto che mi hanno sorpreso, visto che alcuni sono davvero ben fatti e ben pensati.
(2° libro della trilogia)
Un mondo costruito sulle bugie
è destinato a crollare
Un libro che si legge velocemente, grazie al modo di scrivere dell'autrice, semplice ma allo stesso tempo persuasivo, il quale ti fa completamente immergere nel libro, pieno, inoltre, di colpi di scena.
Ho pienamente disapprovato i vari triangoli d'amore, come quello Gray, Blaine, Emma oppure Gray, Emma, Bree.
È una componente che continua a essere inserita, anche in contesti in cui non centrano niente. A mio parere, sono vere e proprie forzature, che non aggiungono niente di nuovo alla trama.
Arriviamo poi all'ultimo aspetto che andiamo ad analizzare, ossia il finale, fatto abbastanza bene.
Direi che è una conclusione un po' scontata, che il lettore può prevedere già diverse pagine prima, ma che, allo stesso tempo, invoglia a proseguire la lettura di questa trilogia, che sembra promettere molto a noi lettori.
Libro d'esordio di questa autrice, che presenta una trama con buone idee, piena di colpi di scena e suspense, e che vi terrà incollati al romanzo, nonostante i suoi difetti evidenti.

Forse bisogna diventare pazzi per affrontare la verità.

VOTO FINALE

6 commenti:

  1. Stessa mia valutazione
    il problema di questo libro è la inconsistenza dei personaggi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, quello è il problema fondamentale del libro! Personaggi che non esistono :(

      Elimina
  2. Peccato... io sono una di quelle che viene "rapita" dalla copertina. E questo libro graficamente era appagante... ma la caratterizzazione dei personaggi è cosa seria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di grafica, la copertina, è molto bella. Diciamo che fa il suo lavoro! ;) Io non mi faccio prendere questo aspetto; è vero che fa la sua parte, però un'occhiata alla trama la do sempre. Qui, anche questo aspetto sembrava molto interessante, ricco di idee, purtroppo, però, i personaggi non esistono :(

      Elimina