venerdì 31 maggio 2013

Novità Corbaccio: Il club degli Incompresi

Ciao a tutti, ragazzi e ragazze. Novità in casa Corbaccio: arriva in questi giorni, in particolare il 6 giugno, Francisco de Paula! Dopo Buongiorno Principessa! (QUI la mia recensione), arriva Il club degli Incompresi.

Tenero, romantico, autentico, il nuovo libro di Francisco de Paula dopo Buongiorno Principessa!
parla dei ragazzi di oggi con sincerità ed entusiasmo.

Titolo Il club degli Incompresi
Pagine 182
Prezzo 14,90 €
Genere Romanzo
In libreria dal 6 giugno 2013
TRAMA
Basta una settimana per cambiare la vita? Sì, se si hanno sedici anni e tanta voglia di crescere. Anche se a volte il prezzo da pagare è alto e le decisioni da prendere difficili. I ragazzi del Club degli Incompresi lo stanno scoprendo a loro spese: Valeria e Raúl si sono messi insieme ma devono nascondersi per non dare un dispiacere all’amica Elísabet, l’amica del cuore di Valeria e pure lei innamorata di Raúl; María si confronta con il compito di aiutare suo padre rimasto solo dopo il divorzio e decide di lasciare Madrid per trasferirsi a Barcellona da lui; Ester ha preso una cotta per l’allenatore di pallavolo, ma non sa se si sente pronta per fare quel che lui le chiede e Bruno, legatissimo agli amici della sua infanzia che lo hanno tanto aiutato a superare la sua timidezza e le sue insicurezze, assiste infelice allo sgretolamento de Club degli Incompresi.
Anche se gli amici, se l’amicizia è vera, sono per sempre…

Se non riuscite più ad aspettare, QUI potete leggere le prime pagine del libro!
Per tutte le news, seguite la pagina Facebook del primo libro, schiaccia QUI

giovedì 30 maggio 2013

Waiting Room - Bianca Rita Cataldi


Titolo Waiting Room
Titolo originale Waiting Room
Autore Bianca Rita Cataldi
Edito Butterlfy edizioni
Prezzo 12,00 €
Pagine 156
Genere Romanzo

TRAMA
E’ il 1942. In una Puglia bruciata dal sole, Emilia e Angelo condividono la passione per il sapere, il desiderio di libertà e il tempo della loro giovinezza. Settant’anni dopo, seduta nella sala d’attesa di un dentista, Emilia rivela a se stessa la verità negata di una giovinezza che adesso, per la prima volta, ha il coraggio di riportare alla luce. Con una scrittura che è poesia del ricordo e caleidoscopio di emozioni, Bianca Rita Cataldi accompagna il lettore tra umi sorrisi e le lacrime di una donna come noi, raccontando la storia di un amore mancato, di una generazione nell’età dell’incertezza, di un’attesa che attraversa tutta una vita.

RECENSIONE DI EHRNAIDER
Eccomi tornato con una recensione in anteprima di un libro che mi è piaciuto, ma non del tutto. Ringrazio la casa editrice Butterfly edizioni che mi ha gentilmente inviato il pdf del libro. Detto questo, iniziamo subito!

Partiamo da un aspetto molto interessante, ossia i personaggi. La nostra protagonista è Emilia, Emi per gli amici. Emilia è una donna anziana ormai, ma che presenta comunque un mente brillante e uno spirito giovanile. Con la sua mente, ci porta nel suo passato e ci fa conoscere la Emi giovane, uguale alla Emi di adesso. Altro personaggio protagonista è Angelo. Angelo ci viene presentato la prima volta all'età adolescenziale. Fisicamente presenta qualche difetto di cui Emilia si accorge, però, nonostante questo, in qualche modo è attirata da questo giovane che non aveva mai visto. È un personaggio davvero strano, molto timido e cortese; quando entra nel mondo della musica però, il suo carattere cambia e diventa un ragazzo libero e che sembra poter volare. Tra i personaggi secondari, troviamo la mamma della nostra protagonista, una donna che vuole molto bene a sua figlia e che, a un certo punto del libro, odieremo, ma solo provvisoriamente: capiremo più avanti che quello che ha fatto era la decisione migliore; poi c'è una ragazza sconosciuta, seduta vicino a Emilia nella sala d'attesa, che continua riempire fogli di parole; ci sono poi le due vicine di casa, ossia Giada e Carmen, due gemelle. Sono due donne molto interessanti, che vogliono bene alla nostra protagonista, anche se nell'ultimo periodo sembrano averla un po' trascurata. Infine c'è Martina, figlia di Carmen. Martina è quasi una nipote per Emilia e quest'ultima e felice di farle da nonna: la tiene compagnia tutti i giorni e fanno molte cose insieme. Con il passare del tempo però, Martina diventa una ragazza e si allontana dalla casa della "nonna".
Altro aspetto interessante è l'ambientazione. La prima che incontriamo è quella del presente ed è quella che dà il titolo al romanzo, ossia una Waiting Room, sala d'attesa. Ce la immaginiamo come quelle che ci sono dai dentisti o negli ospedali: pareti bianco squallido, mattonelle sul pavimento e silenzio assoluto.Nel passato di Emilia invece, giriamo per alcune località della Puglia, come la campagna (in cui avvengono alcuni fatti importanti che non dico per non fare spoiler), dove troviamo degli elementi caratteristici, o le varie case dei nostri protagonisti. Tutte presentano soltanto dei dettagli fondamentali, che permettono di immaginarsi alcune cose, e sarà poi il lettore a completare il luogo con la sua fantasia.
In generale, la lettura scorre in modo fluido: la trama è interessante, è ben articolata e approfondita e incuriosisce il lettore a proseguire con la storia. Purtroppo però, non tutto è perfetto. Non ho apprezzato la storia d'amore che nasce tra la nostra protagonista e un altro personaggio (anche qui non dico niente per non fare spoiler, anche se è intuibile): l'idea di inserirla poteva anche andare bene, però a un certo punto la vicenda si ferma e l'autrice si focalizza solo sul fattore amore, rendendo questa parte banale e simile ad altri libri che riguardano esclusivamente questo genere. A mio parere quindi, il fattore amore poteva anche essere inserito, ma non doveva essere analizzato così approfonditamente.
Si arriva poi a una parte interessante del libro, che mi ha fatto sorridere, ossia il finale. Concluso il ricordo di Emilia, e quindi la storia della sua vita, il finale vero e proprio viene introdotto dalla ragazza sconosciuta che era insieme a lei nella sala d'attesa. Scopriremo quindi chi è questa ragazza, già da quando ci dirà il nome, e resteremo sorpresi dalle sue parole. Un'idea che ho davvero apprezzato, l'autrice l'ha escogitata bene e ha dato un tocco in più a questo romanzo.
Un libro bello, che, seppur breve, è denso di emozioni e che vi regalerà qualche ora serena. Consigliato.

"[...] mi regalava mantelline di lana buona per proteggermi dal freddo ma il freddo ce l'avevo dentro, sorella mia, cosa potevo farci?"

"Era quello il mio ruolo, no? La nonna. Quella che c'è sempre quando hai bisogno di lei. Quella che c'è solo quando hai bisogno di lei."

VOTO FINALE

martedì 28 maggio 2013

Novità Butterfly Edizioni in libreria

Ciao a tutti, lettrici e lettori del blog! Oggi voglio mostrarvi tre libri in uscita per la casa editrice Butterfly Edizioni. Sono tutte delle novità davvero interessanti, quindi non perdiamoci in chiacchiere e analizziamoli uno per uno!

Titolo Il profumo del Sud
Pagine 226
Prezzo 14,00 €
Genere Romanzo
In libreria da 
maggio 2013
TRAMA
 Luglio 1858. Un piroscafo prende il largo dal porto di Genova verso il Nuovo Mondo. Sul ponte, Anita vede la terraferma allontanarsi e, con essa, tutto il suo passato: una famiglia alla quale credeva di appartenere, i suoi affetti, una scomoda verità. A condividere il viaggio con lei, la matura Margherita e il suo protetto, il seducente Justin Henderson. Giunti in America, Margherita convince Anita ad essere sua ospite per qualche tempo, nella sua dimora a Montgomery. La ragazza accetta, sicura di dover ripartire al più presto. A farle cambiare idea saranno le bianche colline del Sud e un tormentato amore più forte delle sue paure. All’orizzonte, l’ombra oscura della guerra civile.
Linda Bertasi scrive un romanzo che dell’Ottocento ha il sapore, un romanzo nel quale la Storia non è semplice sfondo ma protagonista attiva della vicenda. Narrativamente impeccabile, emotivamente travolgente, Il profumo del sud è una storia di passione: quella per la terra alla quale sentiamo di appartenere e quella per la persona che siamo destinati ad amare.

L'AUTRICE
Linda Bertasi nasce nel 1978, frequenta l’istituto tecnico a Ferrara dove si diploma in indirizzo informatico. Appassionata di storia, sviluppa sin dall’infanzia una predisposizione per le materie umanistiche. Nel 2010 pubblica il suo primo romanzo “Destino di un amore” e nel 2011 “Il rifugio” secondo classificato al XXIII premio letterario ‘Valle Senio’ 2012. “Il profumo del sud” è il suo terzo romanzo.

TORNA L'AUTORE DI "LE NOVE STELLE" 
(QUI la mia recensione e QUI il giftaway)

Titolo Prima di Svanire
Pagine 230
Prezzo 14,00 €
Genere Thriller
In libreria da 
maggio 2013
TRAMA
Tutto inizia in una fredda mattina di febbraio: improvvisamente in tutto il mondo la gente comincia a svanire. Senza un perché, senza nemmeno la possibilità di un ultimo bacio. Basta l’attimo di un battito di ciglia o di un soffio di vento.
Lentamente le città si trasformano in immensi cimiteri, le case restano disabitate, il denaro non conta più nulla, la gente girovaga disperatamente alla ricerca di cibo. Cosa succede? Perché la gente svanisce? Ritorneranno tutti? È la fine del genere umano?
In questo scenario apocalittico, Piero, Pablo ed i loro amici sono protagonisti di una serie d’avventure sospese tra mistero e thriller. Un romanzo straordinario, innovativo, che vi farà restare con il fiato sospeso fino alla fine.

L'AUTORE
 Marco Siena, classe 1976, nasce e vive in provincia di Modena con la moglie Elisa e la piccola Eleonora Emilia. Oltre che a musicista metal mancato, è lettore e scrittore da sempre, scrivendo i primi racconti nell’ambiente dei giochi di ruolo. Dirige insieme a un amico un’azienda di distribuzione di prodotti per bar e tabaccherie, lavoro che trova ideale per trovare spunti per i suoi scritti.

Titolo Waiting Room
Pagine 154
Prezzo 12,00 €
Genere Romanzo
In libreria da 
maggio 2013
TRAMA
E’ il 1942. In una Puglia bruciata dal sole, Emilia e Angelo condividono la passione per il sapere, il desiderio di libertà e il tempo della loro giovinezza. Settant’anni dopo, seduta nella sala d’attesa di un dentista, Emilia rivela a se stessa la verità negata di una giovinezza che adesso, per la prima volta, ha il coraggio di riportare alla luce. Con una scrittura che è poesia del ricordo e caleidoscopio di emozioni, Bianca Rita Cataldi accompagna il lettore tra umi sorrisi e le lacrime di una donna come noi, raccontando la storia di un amore mancato, di una generazione nell’età dell’incertezza, di un’attesa che attraversa tutta una vita.

L'AUTRICE
Bianca Rita Cataldi è nata nel 1992 a bari, dove frequenta la facoltà di Lettere e studia pianoforte in conservatorio. Finalista al Premio Campiello giovani 2009, ha esordito nel 2011 con il romanzo “Il fiume scorre in te” (Booksprint Edizioni). Waiting room, finalista della II edizione del premio Villa Torlonia, è il suo secondo romanzo.

Quest'ultimo libro è in lettura e l'ho quasi finito, quindi presto troverete la mia recensione sul blog! Anche per questo post è tutto.
A presto!

TT #29

Ciao a tutti, ecco un nuovo appuntamento della rubrica  Teaser Tuesdays!

Ecco come partecipare:


1) Prendere il libro che si sta leggendo
2) Aprirlo in una pagina a caso
3) Trascriverne un breve pezzo evitando spoiler
4) Riportare titolo ed autore del libro

Il libro che sto leggendo
Titolo Waiting Room
Autore Bianca Rita Cataldi
"Mi sudavano le mani. Le strofinavo contro le pieghe della gonna mentre mia madre mi aggiustava il colletto della camicia e continuava a ripetermi ma stai tranquilla, è un saggio, ne hai fatti tanti altri, cosa vuoi che sia. Ogni tanto diceva anche Che poi, il duce mica sarà li a guardarti per davvero. Figurarsi se me ne fregava qualcosa, del duce. Mi interessava altro. Mi interessavano gli occhi screziati verde che avrei cercato tra la folla malgrado gli ammonimenti di mia madre, il sorriso sghembo, i capelli castani."

Il libro devo dire che mi sta piacendo, anche se non mi convince pienamente. Ne parlerò comunque meglio in una recensione che arriverà domani o dopodomani!
Comunque il vostro Teaser Tuesday qual'è? Se avete voglia, scrivetemelo pure in un commento!
A presto!

lunedì 27 maggio 2013

Enders - Lissa Price


Titolo Enders
Titolo originale Enders
Autore Lissa Price
Edito Sperling & Kupfer
Prezzo 16,90 €
Pagine 265
Genere Romanzo distopico

TRAMA
Los Angeles, tra qualche anno. In un mondo devastato da una terribile pandemia, che ha decimato la popolazione adulta tra i 20 e i 60 anni, i vecchi affittano illegalmente il corpo dei giovani per rivivere emozioni ormai dimenticate. Anche Callie, sedici anni e un fratello malato, ha deciso di mettere in affitto il proprio corpo, pur di guadagnare qualche spicciolo. Ma da quel momento la sua vita è cambiata per sempre. Le è stato impiantato un microchip nel cervello e un Vecchio, crudele e potente, ha iniziato a controllare tutti i suoi movimenti – e i suoi pensieri. Disperata, Callie si ritrova intrappolata in un gioco molto pericoloso, ed è disposta a tutto pur di disattivare il microchip e tornare ad essere libera. Una sola persona al mondo potrebbe aiutarla: Hyden, il misterioso e affascinante figlio del Vecchio… Ma se nemmeno lui fosse chi dice di essere?

RECENSIONE DI EHRNAIDER
Ritorniamo a parlare di uno dei miei generi preferiti, il distopico. Il libro di oggi è Enders di Lissa Price, secondo ed ultimo capitolo della duologia iniziata con Starters. Ringrazio la casa editrice Sperling & Kupfer che mi ha gentilmente inviato una copia del romanzo.

Partiamo, come al solito, analizzando i personaggi del libro. Tutti sono ben fatti e ben caratterizzati, ognuno ha caratteristiche uniche, che li differenzia dagli altri. La nostra protagonista è Callie. Callie è una ragazza diversa dalle altre e più matura rispetto alle sue coetanee: difatti, quando il lettore legge suoi pensieri, pensa subito "Wow, non sembra affatto una ragazza della sua età". In più è molto protettiva e legata alla sua famiglia: per tutto libro praticamente, cerca di proteggere il suo fratellino ancora vivo e va alla ricerca del padre, sperando che non sia troppo tardi. Altro personaggio importane è Hyden. Hyden è un ragazzo strano, che presenta una rara malattia alla pelle, che consiste nel sentire dolore al contatto con qualsiasi cosa, e che nasconde un terribile segreto (che io ho apprezzato perchè l'autrice ha creato un vero e proprio colpo di scena). Infine c'è il terzo e ultimo del trio, Michael. Michael è un altro amico di Callie ed è un ragazzo come tanti. Finisce spesso in guai molto seri, ma per fortuna ci sono i suoi due amici che lo aiutano sempre, o quasi. Come personaggi secondari troviamo Il Vecchio, un "uomo" davvero inquietante, che potrebbe far diventare pazzo chiunque; Dawson, uno dei nemici del nostro trio, è un uomo che chiunque vorrebbe uccidere: freddo e senza un minimo di cuore.
Altro punto interessante del libro è l'ambientazione. Ci troviamo in un futuro non ben definito, ma molto diverso dal nostro mondo. Qui i ragazzi aiutano la famiglia facendo un lavoro particolare: affittare il proprio corpo a degli anziani in cambio di una somma di denaro. Ce ne sono davvero tante, ma tutte sono diverse l'una dalle altre e ogni volta che al lettore ne viene presentata una, quest'ultimo si impressiona a vedere quanta fantasia abbia l'autrice. Gli interni delle basi poi, sono davvero ben costruiti e presentano stanze alquanto strane: infatti, in una base scientifica non ci aspetteremmo mai una sala giochi per i bambini! Tutti questi elementi strani però, uniti tra loro, formano dei luoghi unici e affascinanti.
La lettura in generale scorre abbastanza velocemente, anche se ogni tanto l'autrice si perde in descrizioni o in parti troppo lente e inutili. Due difetti questo libro possiede, a mio parere, di cui solo uno è attribuibile all'autrice, ovvero la storia d'amore. Ora mi chiedo: perché? Stava andando tutto bene, eppure all'autrice questo non bastava e ha deciso di inserire una storia d'amore che non serve a niente! È inutile! Non riesco proprio a capire il perché, in moltissimi libri, debbano inserire queste storie d'amore che con la storia non centrano niente. Poi, altro difetto è la traduzione. Ora, io non ho letto il libro in lingua originale, quindi non so se sia fedele oppure no, però la versione italiana manca quasi completamente di congiuntivi, anche in periodi in cui è obbligatorio. Quindi, spero che le prossime volte facciano un po' più di attenzione.
Torniamo a parlare del libro e più in particolare del finale, che è la parte fatta meglio.Piene di colpi di scena, le ultime 50/60 pagine regalano al lettore un mix di emozioni, come la paura, l'angoscia e il timore, che lo lasciano soltanto al capitolo 25. C'è però un ulteriore capitolo, il 26, che mi ha lasciato un po' perplesso; questo perché, in un certo senso, riapre il finale chiuso del capitolo 25 e ne crea uno aperto, che mi ha portato a pensare "Magari arriverà un terzo libro!".
Un libro scorrevole e intrigante, che si può leggere anche se non si ha letto il primo secondo me (è meglio leggerlo però!) e che ti porta in una società totalmente diversa dalla nostra.

"«È dura, Cal. Abbiamo appena subito delle grave perdite. E purtroppo ci siamo già passati prima.»
«Callie, quello che abbiamo visto nell'Archivio di Stato...» gli ricordò Hyden.
«È solo una sensazione, ma non riesco a scuotermela di dosso.»
«Cosa vuoi fare?» domandò Hyden.
«Voglio andare a casa.»"

VOTO FINALE

domenica 26 maggio 2013

Notturno Parigino - Omar Gatti


Titolo Notturno parigino
Titolo originale Notturno parigino
Autore Omar Gatti
Edito La Ponga edizioni
Prezzo 1,99 €
Pagine 45
Genere Noir

TRAMA
Omar Gatti ci riporta in quei locali immersi nella penombra e nel fumo delle sigarette, rischiarati solo dalla voce e dalla bellezza di affascinanti cantanti. Entrate anche voi, sedetevi a uno dei tavoli, ordinate un pastis, accendetevi una sigaretta e preparatevi.
Helene Medès sta per salire sul palco.
Ma non rilassatevi troppo. Siete pur sempre dentro un noir.

RECENSIONE DI EHRNAIDER
Ed eccoci ad una nuova recensione che inaugura la nascita della collaborazione con la casa editrice La Ponga edizioni! Oggi parliamo di un libro di genere Noir, che mi è piaciuto, anche se presenta qualche difetto.

Partiamo analizzando un aspetto ben fatto del libro, ossia i personaggi. Il nostro protagonista è il poliziotto Gatteu. Gatteu è un uomo strano, ma soprattutto è un ubriacone. Gli piace stare seduto al suo bar di fiducia e bere il solito, whisky. Mi ha ricordato molto Goro dell'anime Detective Conan, questo perché a entrambi piace bere e perché entrambi svolgono una professione che, per persone come loro, sembra inappropriata. Durante la storia però, il nostro poliziotto mostra un bel carattere e ci fa capire che sa fare il suo lavoro. 
Personaggio secondario, ma comunque importante, è Helene. Helene è una donna molto affascinante, che ci viene descritta con degli occhi stupendi e che, come lavoro, fa la cantante. Capiremo però che cantare non è l'unica cosa a cui si dedica, e inizieremo a scoprire segreti su di lei e sulle sue amiche. Personaggio ben caratterizzato e ben fatto. Tra gli altri secondari, i più importanti sono sicuramente le "colleghe" di Helene, ossia Lorelline, che ha un ruolo fondamentale nel piano da loro ideato, e Samantha, una cameriera un po' sospetta.
Ultimo, ma non meno importante, è il calabrese, un uomo molto particolare e interessante: sappiamo poco di lui e questo ci incuriosisce e ci porta ad andare avanti con la storia, per cercare di scoprire qualcosa in più sul suo conto.
Un aspetto invece che non mi ha particolarmente colpito e che poteva essere fatto meglio è l'ambientazione. Purtroppo l'unica presente è il bistrot "Le petit armeur". Quest'ultimo, devo dire, è fatto molto bene ed è descritto con minuziosi particolari che permettono al lettore di immaginarselo in un certo modo. Purtroppo però, questo locale è l'unica ambientazione presente (insieme alle varie stanze che però non presentano descrizioni) e questo mi ha un po' sorpreso perché speravo che, a un certo punto, arrivasse un cambio di scena, e invece niente di niente.
In generale, è una lettura che scorre molto velocemente, non ci si impiega più di mezz'ora per leggerlo tutto. Presenta comunque una trama molto interessante e avvincente, che però poteva essere sviluppata ancora meglio. Il fatto è che il libro è troppo breve a mio parere e questo ha provocato alcuni difetti, come la mancanza di altre ambientazioni o il poco sviluppo della trama.
Si arriva poi ad un finale curioso e poco scontato. Durante la lettura, il lettore si fa già un'idea sul modo in cui si potrebbe concludere la storia, però, arrivati poi all'effettiva fine del libro, si rimane sorpresi perché non era quello che ci si era immaginati. Forse è un po' esagerato il finale scritto, però è interessante il fatto che l'autore abbia provato a creare un effetto sorpresa o comunque un qualcosa che ci lasciasse a bocca aperta. Una lettura interessante e scorrevole: presenta tutte le carte in regola per diventare un bel libro, peccato che non siano state sfruttate tutte come si deve.

"-Bonsoir, mi chiamo Lorelline. Mi offrite qualcosa da bere?- 
La domanda della ragazza lo spiazzò e lo convinse a rimanere seduto. La trappola era partita. Fece un gesto stanco all'indirizzo di Capou e ordinò due pastis con cannella per poi indicare alla ragazza la sedia vuota al suo fianco."

"La paura è lo strumento che Dio ha regalato all'uomo per renderlo più simile a lui."

VOTO FINALE

mercoledì 22 maggio 2013

[GiftAway #1] Le nove stelle - Marco Siena

Ciao a tutti, ragazzi e ragazze. Oggi post particolare: infatti non si tratta di una recensione o di una rubrica, bensì del 1° GiftAway del blog! (*Sono felicissimo!*)

Il libro, offerto direttamente dalla casa editrice Butterfly Edizioni che ringrazio tantissimo, è Le nove stelle di Marco Siena (QUI la mia recensione). Sono davvero felice di poter mettere in palio una copia del libro, questo perché, a mio parere, è davvero bello e ben fatto e merita di essere conosciuto. La copia messa a disposizione è in formato CARTACEO.


Titolo Le nove stelle
Titolo originale Le nove stelle
Autore Marco Siena
Edito Butterfly edizioni
Prezzo 14,00 €
Pagine 196
Genere Thriller/Horror 
(adatto anche se non siete appassionati del genere)

TRAMA
Chris e il ricordo di un abbraccio che non c'è più. Laura e le storie rimaste in sospeso nel loro passato. La vita tranquilla di Chris viene improvvisamente scossa dall'arrivo di Rusty. L'amico ritrovato sembra però nascondere molti segreti... Un thriller dove si alternano paranormale e horror in un mix ricco di suspance.

COME PARTECIPARE? Semplice, basta seguire queste regole!

- Essere iscritti al blog come lettori fissi
- Mettere Mi Piace alla pagina Facebook della casa editrice Butterfly Edizioni
- Mettere Mi Piace alla pagina Facebook del blog (QUI la pagina)
- Scrivere un commento specificando il perchè vorreste leggere questo libro (il commento DEVE essere     lasciato con l'account con cui si è diventati Lettori Fissi)
- Inserire la mail nel commento così da poter essere contattati in caso di vincita
- Condividere l'evento sui vari social networks e sui blog! Per chi ha Facebook, può taggare 3 amici (così saremo in tanti!). Per chi ha un blog, può condividere il banner del GiftAway che trovate qui sotto.

BANNER DELL'EVENTO


Il GiftAway inizia oggi, 22 Maggio, è si concluderà la mezzanotte del 5 giugno! Il vincitore verrà estratto tramite il sito random.org il 6 giugno!

Se avete dubbi o domande non esitate a contattarmi all'indirizzo mail: libri-ehr@virgilio.it.
Un saluto a tutti e... BUONA FORTUNA!

martedì 21 maggio 2013

TT #28

Ciao a tutti, ecco un nuovo appuntamento della rubrica  Teaser Tuesdays!

Ecco come partecipare:


1) Prendere il libro che si sta leggendo
2) Aprirlo in una pagina a caso
3) Trascriverne un breve pezzo evitando spoiler
4) Riportare titolo ed autore del libro

Il libro che sto leggendo
Autore MockingJay
Titolo Suzanne Collins
"I stare down at my shoes, watching as a fine layer of ash settles on the worn leather. This is where the bed I shared with my sister, Prim, stood. Over there was the kitchen table. The bricks of the chimney, which collapsed in a charred heap, provide a point of reference for the rest of the house. How else could I orient myself in this sea of gray?

Almost nothing remains of District 12. A month ago, the Capitol’s firebombs obliterated the poor coal miners’ houses in the Seam, the shops in the town, even the Justice Building. The only area that escaped incineration was the Victor’s Village. I don’t know why exactly. Perhaps so anyone forced to come here on Capitol business would have somewhere decent to stay. The odd reporter. A committee assessing the condition of the coal mines. A squad of Peacekeepers checking for returning refugees."

Ed ecco il Teaser Tuesday di oggi!! E il vostro qual'è? Se avete voglia, scrivetemelo pure in un commento!
A presto!


PS: Domani darò il via al PRIMO GIFTAWAY del blog! Spero partecipiate in molti!

mercoledì 15 maggio 2013

INTERVISTA A: Rosanna Rubino

Ciao a tutti, lettori e lettrici del blog. Oggi intervisto per voi la scrittrice Rosanna Rubino, autrice del libro "Tony Tormenta", che ha gentilmente accettato di rispondere a qualche mia domanda. Come d'abitudine, prima dell'intervista, andiamo a scoprire il suo libro!

Schiaccia QUI se vuoi leggere la trama del libro o acquistarlo
Se vuoi leggere che cosa ne penso di Tony Tormenta, schiaccia QUI 

Innanzitutto benvenuta sul mio blog, Rosanna. Vorresti parlarci un po' di te?

Sono un architetto. Vivo e lavoro a Milano. Ho una bambina di tre anni e mezzo e un cane lupo che si chiama Boa, proprio come Tony. Una curiosità: quando ho iniziato a scrivere il romanzo non sapevo come chiamare il cane, e allora, per semplicità, ho usato un nome provvisorio, quello del mio, con l’intenzione di trovarne un altro più adatto appena mi fosse venuto in mente. Poi, col passare dei giorni, il personaggio “cane” nel libro ha cominciato ad avere una vita sua, e non me la sono sentita di cambiargli il nome, così è rimasto quello.

Ti va di raccontarci come è nato "Tony Tormenta"? 

Dal desiderio di creare un personaggio memorabile. Un personaggio che avesse caratteristiche di straordinarietà rispetto al contesto. E’ chiaramente un omaggio alla Carrie di Stephen King, anche se il mio romanzo va a parare in tutt’altra direzione. Nel mio caso è nato prima il protagonista e poi la storia. La trama ha preso forma in un secondo momento, su misura del personaggio che avevo in mente. 
E poi c’è la combinazione di temi a me cari. Tony Tormenta è una storia sulla “distanza”, ovvero sulla difficoltà a trovare la giusta distanza con l’altro. Una storia sulle conseguenze dell’isolamento e sulle ingannevoli seduzioni della simbiosi. Una storia sullo scontro tra due tensioni contrapposte: la volontà di costruire e la pulsione a distruggere. Infine, una storia d’amore.

Tony, il protagonista del libro, è un ragazzo molto strano. Ti sei ispirata a qualcuno in particolare oppure è tutto frutto della tua fantasia?

Da sempre faccio un sogno, che ricorre negli anni. Quello di poter spostare gli oggetti col pensiero. Nel sogno avverto una sensazione di felicità assoluta. Quando però mi sveglio, e capisco che è stato solo un sogno, ci resto molto male. Questa sensazione negativa poi sfuma nel corso della giornata, e quasi me ne dimentico, ma solo fino al prossimo sogno “psicocinetico”, e a un altro deludente risveglio. Ecco, da quando ho scritto Tony Tormenta non ho mai più sognato di avere poteri di psicocinesi.

Tornando a te, cosa pensi degli ebook?

Ne penso tutto il bene possibile. Detto questo, preferisco avere in mano l’oggetto libro, fatto di carta e inchiostro, per poterlo sottolineare, segnare, sporcare, odorare e adorare a dovere.

Hai sempre avuto la passione per la scrittura? Oppure è nata dopo, allo scattare di un particolare evento?

Ho sempre desiderato scrivere, fin da quando ricordo di avere coscienza. Ho iniziato a scrivere piccole storie sconclusionate già tra i sei e i sette anni. Come spesso accade nella vita, poi, ho finito col fare altro, per ragioni insondabili.  Mi sono laureata in architettura e ho fatto tutt’altro percorso. A un certo punto, però, il desiderio di dare forma e sostanza alle storie che avevo in testa è diventato un’ossessione. Allora mi sono presa una lunga pausa dal lavoro, mi sono iscritta ai corsi di scrittura creativa di Raul Montanari e ho cominciato a scrivere con regolarità, cinque o sei ore al giorno, tutti i giorni. E’ nata così una prima raccolta di racconti, poi questo romanzo, dal titolo originale Ossitocina, pubblicato da Fanucci col titolo Tony Tormenta. 

Tony Tormenta è stato il tuo libro di esordio. Stai già scrivendo il tuo secondo?

A parte i temi di cui ho parlato prima c’è da dire che questo è un libro sul corpo: il corpo dotato di Tony, quello affamato di Marla, il corpo segnato dell’agente Max, o il corpo venduto di Blondie. Nel prossimo libro affronterò ancora il tema della relazione tra corpo e ambiente, e della condizione d’isolamento che in alcuni casi può generare.

Puoi indicarci dove i tuoi lettori possono seguirti? Hai qualche account sui vari social networks?

Ho un sito web www.rosannarubino.com, dove è possibile trovare informazioni su di me, recensioni e news su eventi in programmazione, e un account  Facebook a mio nome. 

Questa era l'ultima domanda! Grazie ancora Rosanna per aver accettato di rispondere a queste mie domande. 

Ringrazio di nuovo l'autrice per la sua disponibilità. Io spero che questa intervista vi sia piaciuta e che abbiate voglia di leggere questo meraviglioso libro!
Un saluto e a presto!

martedì 14 maggio 2013

Hex Hall - Rachel Hawkins


Titolo Hex Hall
Titolo originale Hex Hall
Autore Rachel Hawkins
Edito Hyperion Book
Prezzo 6,99 £
Pagine 323
Genere Fantasy

TRAMA 
Ttre anni fa, Sophie Mercer ha scoperto di essere una strega. Sua madre l'ha appoggiata il più possibile,chiedendo aiuto al padre di Sophie - uno sfuggente stregone europeo - solo quando necessario. Ma quando Sophie attira troppo l'attenzione degli umani al ballo di fine anno a causa di un incantesimo andato terribilmente male, è suo padre a decidere la punizione: l'esilio a Hex Hall, una scuola per Prodigi ribelli, alias streghe, fate e mutaforma. Entro la fine del primo giorno in mezzo ai suoi strambi compagni, Sophie ha raggiunto un discreto punteggio: tre potenti nemiche che sembrano top model, una sbandata inutile per uno splendido stregone, un inseguitore fantasma raccapricciante, e una nuova coinquilina che è la persona più odiata e unico studente vampiro nel campus. Peggio ancora, Sophie scopre presto che un predatore misterioso è stato trovato ad attaccare studenti, e il suo unico amico è il sospettato numero uno. (Trama tradotta da Sweety Readers)

RECENSIONE DI EHRNAIDER
Dopo aver letto tantissime recensioni positive, mi sono deciso anch'io a cominciare questa trilogia fantasy. Ho iniziato la lettura pieno di aspettative: questo grazie sia alle recensioni sia alla trama, che è davvero intrigante. Parto col dire che il libro mi è piaciuto veramente tanto e devo anche ringraziare l'autrice, Rachel Hawkins, per avermi fatto riavvicinare a questo genere e per avermi fatto ricordare del perché io lo amassi tanto. Detto questo, inizio la recensione!

Come di consueto, analizzo l'aspetto dei personaggi. La protagonista, che a mio parere è fantastica, è Sophie. Sophie è una ragazza molto carina e simpatica; dopo aver scoperto di essere una strega, inizia ad usare i suoi poteri in modo spregiudicato, fino a quando, un giorno, i suoi genitori non decidono di mandarla a Hex Hall. Qui inizia a vedersi un vero e proprio cambiamento della protagonista: non è più quella ragazza che agisce senza pensare, ma inizia a diventare una persona matura, che riflette e che agisce soltanto se necessario. Ci sono poi, dei ragazzi e delle ragazze che Sophie incontra a scuola e che ricoprono un ruolo importante nel corso della storia. Tra i più importanti, sicuramente troviamo il trio delle Dark Witches, ossia Anna, Chaston ed Elodie. Tre ragazze che cercano in tutti i modi di far entrare Sophie nella loro congrega, ma quest'ultima rifiuta, pur sapendo che in questo modo verrebbe esclusa dalla maggior parte dei ragazzi della scuola. Altro personaggio importante è Archer. Archer è un ragazzo che, con il passare del tempo, diventerà amico della nostra protagonista (o forse qualcosa di più...). Infine, troviamo Jenna. Jenna è la nuova compagna di stanza di Sophie, ma non sembra avere una buona reputazione: prima di tutto è un vampiro, e poi sembra che, poco tempo prima, abbia ucciso qualcuno. Parlando dei personaggi in generale, si può notare che tutti sono ben caratterizzati e sono ben fatti: ognuno ha un personalità propria ed è diverso dagli altri.
L'ambientazione è sicuramente un altro aspetto molto interessante. La principale è la scuola Hex Hall, che  può essere descritta con una sola parola: MERAVIGLIOSA. Piena di dettagli che l'autrice fornisce ai lettori, Hex Hall si presenta ricca di corridoi e stanze, ed è una scuola che, almeno dall'apparenza, tutti vorrebbero frequentare. La si immagina come un castello quasi, isolato dal mondo dei mortali e circondato dal verde e da un'immensa foresta, dove spesso Sophie si reca. L'ambientazione in generale, mi ha ricordato molto quelle presenti in Harry Potter, ma non tanto per le somiglianze delle descrizioni (che in realtà, io non ho trovato!), ma più che altro per l'atmosfera che questi luoghi riescono a creare. Riuscivo a vivere, a percepire quasi, la scuola e sentivo nell'aria una certa armonia che, ogni volta che fermavo la lettura, spariva. Ho rivissuto tutte le emozioni che ho provato la prima volta che mi sono immerso a Hogwarts, e questo fattore l'ho molto apprezzato.
Parlando della lettura in generale, si può dire che scorre molto velocemente e che non annoia mai il lettore. La Hawkins, dall'idea di partenza, crea un vero e proprio intreccio di fatti, che vanno poi a sfociare in un finale quasi a sorpresa. Ho apprezzato molto i punti in cui viene raccontata la storia di Hex Hall e delle varie creature presenti nella scuola, tra cui i Prodigium, la classe a cui appartiene la nostra protagonista.
Si arriva quindi a un finale quasi a sorpresa e non del tutto chiuso. Verso le ultime 30-40 pagine, quando tutto sembra andare per il meglio, la storia prende una piega radicale, che il lettore non si aspetta, e sarà quindi costretto a portare a termine la lettura, sperando che tutto possa risolversi. Arrivati quindi all'ultima pagina, si resta un po' straniti e si pensa: "Devo assolutamente leggere il seguito!". Un libro davvero bello e coinvolgente, perfetto anche per tutti quelli che non amano tanto questo genere oppure quelli che vogliono provare a leggere un libro in lingua inglese. Consigliatissimo.

Se siete curiosi di leggere il PROLOGO di Hex Hall in ITALIANO (tradotto da Sweety Readers) schiacciate QUI.

VOTO FINALE

TT #27

Ciao a tutti, ecco un nuovo appuntamento della rubrica  Teaser Tuesdays!

Ecco come partecipare:


1) Prendere il libro che si sta leggendo
2) Aprirlo in una pagina a caso
3) Trascriverne un breve pezzo evitando spoiler
4) Riportare titolo ed autore del libro

Il libro che sto leggendo
Titolo Enders
Autore  Lissa Price
"Mi tastai la nuca e, giuro, mi sembrò di avvertire il rigonfiamento del chip sotto la pelle. Non era possibile ovviamente, perchè era sepolto in profondità, protetto da una placca di metallo. Era la cicatrice che sentivo, dura e compatta.
Non potevo fare a meno di toccarla. Era diventata un'ossessione, mi prudeva, tormentandomi continuamente, persino ora, mentre preparavo dei panini nella cucina di Helena."

Ed ecco il Teaser Tuesday di oggi!! E il vostro qual'è? Se avete voglia, scrivetemelo pure in un commento! A presto!

venerdì 10 maggio 2013

Quando cala il buio - Massimiliano Bellezza


Titolo Quando cala il buio
Titolo originale Quando cala il buio
Autore Massimiliano Bellezza
Edito Butterfly edizioni
Prezzo 9,90 €
Pagine 106
Genere Thriller/Horror

TRAMA
Salem, Oregon settentrionale. Alle inquietanti sparizioni di bambini e adolescenti segue la scoperta di una vera e propria casa degli orrori, all'interno della quale si trovano i corpi delle piccole vittime. Altrove, un uomo si sta preparando a lasciare il suo appartamento. Si fa chiamare Ray Smith. Le sue mani sono sporche di sangue e una donna dai lunghi capelli neri è riversa sul pavimento. Allo specchio, il volto dell'assassino è deturpato: sulla sua pelle, l'uomo reca i segni di qualcosa che accadde quando era soltanto un bambino, e che l'ha cambiato per sempre. Una settimana dopo, cinque ragazzi sono immobili dinanzi al cancello di una scuola abbandonata. Sono cinque, giovani e forti. Ne rimarrà solo uno. A metà strada tra Stephen King e Donato Carrisi, la prosa di Massimiliano Bellezza è un coltello pronto a fendere il sonno dei lettori e a trascinarli con sé in un vortice di puro terrore. Perché Ray Smith non è il nome di un personaggio. Ray Smith è il nome del vostro prossimo incubo.

RECENSIONE DI EHRNAIDER
Ritorno con una recensione di un libro che appartiene ad uno dei miei generi preferiti: il thriller/horror. Devo dire che mi è piaciuto tanto, anche se, a mio parere, presenta due piccoli "difetti". Ringrazio la Butterfly edizioni per avermi gentilmente inviato il file pdf.

Inizio la recensione analizzando i personaggi del libro. Il primo che ci viene presentato è Ray Smith. Ray non è il nome vero di questo personaggio, però lui si fa chiamare così. Un uomo di circa quarant'anni, che come professione fa il serial killer. Conosciamo soltanto parte del suo viso, che presenta cicatrici e segni molto particolari. Una persona molto strana, ma soprattutto molto inquietante: è uno squilibrato, non ragiona più e uccide senza pietà. Ci imbattiamo poi in cinque ragazzi, che non sono altro che i veri e propri protagonisti. Sono tutti ben caratterizzati e ben fatti: ognuno è diverso dall'altro. Quello che mi è piaciuto di più è Gary. Gary è un ragazzo molto simile a una persona reale: pur essendo un semplice adolescente, crede di essere molto maturo per la sua età (quasi adulto), ma pian piano che la storia prosegue, si renderà conto che in realtà è un semplice adolescente, che non può fare niente contro gli adulti. L'esatto opposto è Jason. Jason è più un bambino (almeno mentalmente) ed è causa di tutti i fatti che accadranno.
Aspetto molto interessante è l'ambientazione. Si può definire con una parola sola: MERAVIGLIOSA! L'autore è riuscito a creare un luogo scuro, pauroso, angosciante e orribile: grazie alle descrizioni presenti, il lettore inizia a immaginarsi questi luoghi, li produce nella sua mente e, nel frattempo, il suo cuore inizia a battere a mille, e non si ferma più. Un luogo che lo scrittore ha studiato davvero bene: all'apparenza una semplice scuola, si rivela in realtà un edificio ricco di stanze e di passaggi segreti, alcuni che si ricollegano tra loro, altri che invece portano a stanze mai viste.
Un libro di pochissime pagine, che scorre velocemente e che avvolge il lettore nel suo mondo. Si viene intrappolati in questo mondo che non presenta vie di uscita e che emoziona chi lo legge. Paura, angoscia, ansia, battito cardiaco: sono solo alcuni dei sentimenti e delle sensazioni provate dal lettore. Anche la scrittura mi è piaciuta molto: semplice, ma che non scende mai nel banale, e senza troppi giri di parole. Sfortunatamente non tutto è perfetto: come già detto prima, ci sono due piccoli difetti che non hanno permesso al libro di arrivare ad una valutazione di 5 stelle. Il primo riguarda la lunghezza: troppo corto. A differenza dell'introduzione e dello svolgimento della vicenda, che sono fatte molto bene, la parte finale è stata poco curata: non conclude del tutto il libro e lascia troppi dubbi al lettore. Penso che, con circa 50 pagine in più, l'autore avrebbe potuto creare una storia perfetta!
Il finale quindi, è l'altra nota dolente. Non è stato approfondito abbastanza e sembra esser messo lì solo per concludere il libro. È un finale "semi-aperto" direi perché conclude, in un certo senso, la storia, ma allo stesso tempo la lascia aperta (e questo fa pensare che magari ci sarà un seguito). In più, non dà delle risposte fondamentali al lettore che, chiuso il libro, si chiede "E allora? Dov'è il finale vero e proprio?".
Comunque, è un libro molto bello, che sa emozionare il lettore. Se siete amanti del genere, non potete non leggerlo! 

"Il temporale è cessato. Adesso tutto intorno è davvero silenzio totale, il più ancestrale tacere di ogni suono. I due ragazzi muovono freneticamente gli occhi da un lato all'altro.
«Ma quindi Ricky aveva ragione, tu non hai mai avuto un piano...» attacca furente.
«Maria, per favore, non ti ci mettere anche tu!», la supplica gentile, nonostante l'estremo pathos che lo sconvolge e ne ottenebra i sensi, il raziocinio. 
«Mi dici di restare calma. Dietro di noi c'è quell'assassino e tu mi chiedi di rimanere calma.» L'ira si confonde con la paura, che lei avverte crescere dentro di sé e pronta a scoppiare.
«Forse era meglio rimanere di sotto...»"

VOTO FINALE

Novità Corbaccio: Il segreto della libreria sempre aperta

Il segreto della libreria sempre aperta è una storia particolare e travolgente: 
una strana libreria di San Francisco, aperta 24 ore su 24
un libraio molto particolare
un fanatico della tecnologia
un codice millenario da craccare
un autore che arriva direttamente dagli uffici di Twitter

Titolo Il segreto della libreria sempre aperta
Pagine 306
Prezzo 16,40 €
Genere Romanzo
In libreria dal 
23 maggio 2013
TRAMA
La crisi ha centrifugato Clay Jannon fuori dalla sua vita di rampante web designer di San Francisco, e la sua innata curiosità, la sua abilità ad arrampicarsi come una scimmia su per le scale, nonché una fortuita coincidenza l’hanno fatto atterrare sulla soglia di una strana libreria, dove viene immediatamente assunto per il turno... di notte. Ma dopo pochi giorni di lavoro, Clay si rende conto che la libreria è assai più bizzarra di quanto non gli fosse sembrato all’inizio. I clienti sono pochi, ma tornano in continuazione e soprattutto non comprano mai nulla: si limitano a consultare e prendere in prestito antichi volumi collocati su scaffali quasi irraggiungibili. È evidente che il negozio è solo una copertura per qualche attività misteriosa... Clay si butta a capofitto nell’analisi degli strani comportamenti degli avventori e coinvolge in questa ricerca tutti i suoi amici più o meno nerd, più o meno di successo, fra cui una bellissima ragazza, geniaccio di Google... E quando alla fine si decide a confidarsi con il proprietario della libreria, il signor Penumbra, scoprirà che il mistero va ben oltre i confini angusti del negozio in cui lavora...

L'AUTORE
Robin Sloan, ex manager di Twitter, ha 32 anni e vive a San Francisco. Fan sfegatato delle nuove tecnologie, si trova altrettanto a suo agio nel prestigioso Grolier Club di Manhattan, cenacolo di esperti di libri antichi e rari, drogati di inchiostro e carta. E lo si nota dal suo romanzo d’esordio Il segreto della Libreria Sempre Aperta, una storia in stile Borges in chiave tecnologica.
Subito in classifica negli Stati Uniti, presto verrà pubblicato in tutto il mondo e sarà nelle librerie italiane dal 23 maggio 2013.

Scopri tutto su www.ilsegretodellalibreria.com    
Le regole della libreria del signor Penumbra
Il catalogo dei libri impossibili
Un estratto del libro
Il booktrailer

martedì 7 maggio 2013

TT #26

Arriva, come di consueto, un nuovo appuntamento della rubrica  Teaser Tuesdays!

Ecco come partecipare:


1) Prendere il libro che si sta leggendo
2) Aprirlo in una pagina a caso
3) Trascriverne un breve pezzo evitando spoiler
4) Riportare titolo ed autore del libro

Il libro che sto leggendo
Titolo Quando cala il buio
Autore Massimiliano Bellezza
"Suonano alla porta.
“Dimenticavo che ho ancora qualcosa da sistemare”, riflette di
colpo tra sé.
Si dirige verso la porta e l’apre. Davanti ai suoi occhi
imperscrutabili c’è una donna attraente, lunghi capelli neri, che lo
guarda risentita. Oltrepassa la soglia senza nemmeno chiedere
permesso, come fosse di casa.
«Non ti sei più fatto sentire, ti avrò lasciato non so quanti
messaggi in segreteria.»
La replica di lui, asciutta: «Ho avuto da fare.»
«Ah, hai avuto da fare. Mi liquidi così?» lo incalza furiosa.
L’uomo le si avvicina, lei fa un passo indietro senza pensare,
d’istinto."

Ed ecco il Teaser Tuesday di oggi!! E il vostro qual'è? Se avete voglia, scrivetemelo pure in un commento! A presto!

sabato 4 maggio 2013

Lo strano mondo di Alex Woods - Gavin Extence


Titolo Lo strano mondo di Alex Woods
Titolo originale The Universe versus Alex Woods
Autore Gavin Extence
Edito Garzanti
Prezzo 16,40 €
Pagine 341
Genere Romanzo

Il mio mondo è in disordine.
Quando ho paura guardo le stelle.
Ma adesso ci sei tu con me.

TRAMA
Per Alex Woods la notte è un momento magico, l'unico momento in cui può gettarsi la paura alle spalle. Ogni notte si affaccia alla finestra per guardare le stelle. La stanza è invasa da libri di astronomia, la sua passione. Studiare le eterne e immutabili leggi che regolano l'universo è l'unico modo per fuggire dalla sua vita disordinata. Alex sa cosa significa essere strano. Non ha mai conosciuto suo padre, e sua madre è una lettrice di tarocchi che l'ha cresciuto in un negozio pieno di candele, incensi e pozioni. E da quando ha dieci anni soffre di attacchi epilettici che riesce a controllare solo ascoltando musica classica ed enumerando i nomi delle costellazioni. A scuola i bulli lo perseguitano senza tregua. Un giorno, mentre fugge dall'ennesimo pestaggio, Alex cade e rotola in un giardino, devastando la siepe. Quando apre gli occhi si trova la canna di un fucile piantata in faccia. A imbracciare l'arma è il signor Peterson, un bislacco e arcigno vedovo. Un uomo solo, con una ferita nel cuore che non ha intenzione di rivelare a nessuno. Fra i due nasce la più improbabile delle amicizie, fatta di coltivazione di sostanze stupefacenti e letture dei romanzi più dissacranti. Ma quando il signor Peterson scopre di avere una grave malattia, per Alex giunge il momento di sovvertire tutte le leggi dell'universo e intraprendere il più strambo dei viaggi. Perché solo lui può salvarlo… 

RECENSIONE DI EHRNAIDER
Torno a scrivere una recensione su un libro molto particolare e che mi è piaciuto molto. Ringrazio la casa editrice Garzanti, che mi ha gentilmente inviato una copia del libro.

Parto analizzando l'aspetto dei personaggi. Il nostro protagonista si chiama Alex Woods. Alex è un ragazzo un po' diverso dagli altri e che viene spesso emarginato. Non ha praticamente amici e passa tutto il suo tempo da solo o con sua madre. È un tipo molto strano, ma è davvero simpatico. Purtroppo la sua vita sembra non andare molto bene, però lui continua a reagire e ogni situazione che incontra cerca di superarla in tutti i modi. Altro personaggio principale è il signor Peterson. Peterson è un personaggio che il nostro protagonista conosce per caso, in una situazione poco promettente, eppure tra i due nasce un legame molto forte. Anche questo è un personaggio molto strano, che non è interessato alle regole presenti nella società: vive in un mondo tutto suo. Dei personaggi secondari, i migliori sono la mamma di Alex che inizialmente risulta antipatica, ma che si riscatta poi nel finale in un modo davvero sorprendente; ed Ellie, unica amica di Alex, l'ho trovata fantastica fin dal suo primo incontro con il protagonista.
Aspetto molto interessante è quello delle ambientazioni. Per tre quarti della storia, il libro è ambientato in Inghilterra, paese natale dell'autore. Tutte le ambientazioni sono caratterizzate da minuziosi dettagli che lo scrittore ci fornisce: sia degli ambienti esterni che di quelli interni si ha un'immagine nitida e ricca di particolari. L'autore non dimentica niente e, finita la descrizione, il lettore si ritrova circondato dalle varie ambientazioni e vive l'avventura del nostro Alex. Verso la parte finale, vi è la necessità di cambiare paese: vedremo il nostro protagonista intraprendere un lungo viaggio, che lo porterà molto lontano dalla sua città natale (non voglio dire dove per non fare spoiler).
Un romanzo particolare e molto intrigante: non annoia mai il lettore e la lettura scorre via che è un piacere! In tutti capitoli troviamo un pizzico di suspense che ci invoglia a proseguire con la storia. Appena iniziato, il lettore vuole già sapere come il libro andrà a finire: questo grazie a un'introduzione che provoca dubbi e curiosità alla persona che sta leggendo il romanzo. Mi è piaciuto molto lo stile dell'autore e il modo in cui scrive: utilizzando la prima persona, sono entrato perfettamente nella testa e nella mente di Alex (a volte mi sembrava di essere diventato il protagonista a tutti gli effetti!) e sono stato completamente immerso dal suo "strano mondo". Il titolo che hanno deciso di attribuire al libro devo dire che mi è piaciuto, anche se è un po' diverso da quello originale, The Universe versus Alex Woods (L'universo contro Alex Woods). Sono entrambi adatti e danno un'idea generale di quello che il lettore andrà ad affrontare leggendo questo libro.
Si arriva poi al finale, una parte davvero ben fatta e molto curata. Quando manca circa un quarto del libro, la storia prende una brutta piega e tutto sembra degenerare. Mentre le pagine scorrono però, si cambia nuovamente musica e qualcosa sembra migliorare, o magari è soltanto un illusione. Fantastico il riscatto, già accennato prima, della madre di Alex: da personaggio quasi odiato dal lettore, diventa ammirato da quest'ultimo e in un certo senso la vuole ringraziare per quello che ha fatto. Un finale diverso dai soliti presenti in questo genere di libri e proprio per questo l'ho apprezzato ancora di più.
Un libro molto particolare, che fa riflettere, ridere e piangere il lettore: provoca all'interno di quest'ultimo un mix di emozioni che lo stravolgono. Davvero un bel libro: consigliato!

"Con un libro in mano non mi sentivo più imprigionato in un mondo minuscolo."

"Quando nomini una cosa ad alta voce, la privi del suo potere."

"[...] la morte è la cosa più innocua del mondo. Solo morire è terribile."

VOTO FINALE